MH3

Macchina incappucciatrice Stretch Hooder di Messersì Packaging

La macchina incappucciatrice automatica MH3 utilizza una sola stazione di lavoro per l’imballo del prodotto tramite incappucciamento con film estensibile dotato di soffietti laterali, senza ausilio di fonti di calore.

Descrizione

La macchina incappucciatrice automatica Stretch Hooder MH3 utilizza una sola stazione di lavoro per l’imballo del prodotto tramite incappucciamento con film estensibile dotato di soffietti laterali, senza ausilio di fonti di calore.


L’elasticità del cappuccio garantisce un’estrema stabilità, riduce i costi grazie all’uso di un film sottile, non prevede l’utilizzo di gas per la termoretrazione e protegge il pacco da agenti esterni. Nelle diverse versioni arriva ad utilizzare fino a tre bobine di uguale formato con cambio automatico, o tre bobine anche di formati diversi. Gli optionals prevedono trasporto di servizio dedicato e sistema di sollevamento, una soluzione per il miglior rincalzo del film sotto il pallet.

La nostra macchina incappucciatrice automatica Stretch Hooder MH3, che rappresenta una nuova concezione di protezione della merce, ha un funzionamento tanto semplice quanto sicuro, sinonimo di performance e robustezza tipica di tutti i prodotti Messersì Packaging

Richiedi informazioni

Ai sensi dell'art.13 del GDPR 679/2016 si informa che i dati che ci verranno forniti tramite la compilazione di questo form saranno trattati da MESSERSI' PACKAGING SRL per dare riscontro alle vostre richieste. La informiamo inoltre che i dati personali a Lei riferibili saranno trattati nel rispetto delle modalità indicate nell'art.5 del GDPR 679/2016 il quale prevede che i dati siano trattati in modo lecito, corretto e trasparente nei confronti dell'interessato.

Come funziona la Macchina Incappucciatrice automatica MH3

La macchina riceve il prodotto da confezionare dal trasportatore di entrata, il pacco deve essere centrato trasversalmente al senso del moto; il prodotto, sul trasporto di servizio alla macchina, deve essere fermato centrato sotto l'incappucciatrice. È previsto un controllo di tipo elettronico per evitare collisioni dell'arco di incappucciamento con il prodotto nel caso questo presenti sporgenze o comunque risultasse accidentalmente fuori sagoma.


Sostanzialmente il ciclo macchina può essere suddiviso in due fasi principali. Tali fasi del ciclo vengono normalmente eseguite durante la fase di immissione in macchina incappucciatrice stretch hooder MH3 del nuovo prodotto da imballare oppure parallelamente alle fasi del ciclo comuni, quindi non influenti sul tempo ciclo macchina.


Prima fase - Preparazione del cappuccio

La preparazione del cappuccio avviene nella parte superiore della stretch hooder tramite un particolare sistema a rulli speciali che provvedono a svolgere il film. La bobina inizia il suo svolgimento e, per ottimizzare il consumo di film, le dimensioni del cappuccio vengono automaticamente determinate tramite un sistema di lettura esterno alla macchina stessa (Opzionale).

Il gruppo di saldatura e taglio provvede a preparare il cappuccio eseguendo la saldatura ed il successivo taglio del film. Una volta preparato il cappuccio viene trasportato dal sistema meccanico di presa; l'apertura del cappuccio in tubolare avviene mediante il movimento longitudinale e trasversale delle quattro pinze sincronizzate e controllate elettronicamente.


Seconda fase - Applicazione del cappuccio

Una volta raggiunta l’apertura meccanica necessaria, le pinze provvedono a formare il corretto rettangolo di imbocco del cappuccio sul prodotto e lo applicano sul pacco mediante la discesa dell'arco posizionandolo fino alla base del pallet.

Le trasmissioni meccaniche dei movimenti verticali della macchina incappucciatrice sono a catene, con sistema di controllo anti caduta del gruppo in movimento. Il trasporto di servizio realizzato per la macchina stretch hooder è normalmente di tipo dedicato, esso può essere equipaggiato di un sistema di sollevamento (opzionale) per ottenere un corretto rincalzo del film sotto il pallet.

Stretch Hooder MH3 schema tecnico
Caratteristiche tecniche
Film utilizzato Polietilene estensibile
Spessore film 80 - 140 micron
Tensione elettrica 400V trifase - 50 Hz
Potenza elettrica installata 11 kW
Pressione aria 6 bar
Consumo aria/ciclo 50 Nl
Incappucciamento mediante MH3

Cos’è lo stretch hood e i settori di utilizzo

Lo stretch hood, conosciuto anche come tecnologia di imballaggio a cappuccio elastico, grazie agli evidenti vantaggi che garantisce in quanto a stabilità e sicurezza del carico è in larga espansione in tutti i settori industriali.

Il processo di imballo con cappuccio elastico, reso possibile tramite macchine incappucciatrici come la nostra Stretch Hooder MH3, sfrutta tutta l’elasticità di questi particolari film tubolari che srotolati dalle loro apposite bobine vengono tagliati e messi in tensione proprio da quest’ultime. Come abbiamo spiegato precedentemente, il prodotto da imballare viene coperto dal film in tensione, il quale viene posizionato sulla parte più bassa del pallet e grazie alle sue grandi proprietà elastiche, una volta rilasciato intorno al carico, si adatterà perfettamente sulla merce in quanto cercherà di tornare alla sua forma originale, creando un imballaggio, cappuccio, saldo e robusto.


Si tratta di una concezione di protezione della merce all’avanguardia, che permette di imballare molto più velocemente e utilizzando meno materiale, garantendo inoltre un cappuccio impermeabile e resistente agli agenti atmosferici, ideale per lo stoccaggio della merce anche all’aperto o per trasporto su camion scoperti. Di seguito alcune delle principali proprietà dello stretch hood:

  • resistenza alla lacerazione e alla puntura

  • scivolosità

  • grande elasticità

  • forza di serraggio


La tenuta dell'imballo è migliore così come la stabilità del carico, il che rende questa tecnologia davvero ottimale e utilizzabile in numerosi settori ad uso intensivo, come:


  • Edilizia (ceramica, sanitari, laterizi, marmi, collanti, cementi, calci e gessi)

  • Chimico (granuli, colori e vernici, fertilizzanti, compos)

  • Alimentare (cereali, farine, mangimi)

  • Bevande (acque minerali, soft drink, succhi di frutta, birra, vino)

  • Elettrodomestici


Il cappuccio elastico, inoltre, è particolarmente indicato per pallettizzare prodotti per i quali è sconsigliato il passaggio attraverso forni di retrazione o l’utilizzo di fiamma libera.

Assieme alla macchina Messersì offre:

  • Assistenza all'acquisto
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
  • ricambistica


Tutte le macchine prodotte dalla Messersì Packaging sono conformi in termini di sicurezza e tutela della salute, sia ai requisiti previsti dalla “Direttiva Macchine 2006/42/CE” che alle norme ARMONIZZATE di riferimento.


Prodotti correlati